Cos’e’ l’ozono?

L’ozono (simbolo O3) è un gas ossidante incolore o leggermente bluastro dal caratteristico odore agliaceo, lo stesso che accompagna talvolta la pioggia, dovuto proprio all’ozono liberato dalle nubi, le cui molecole sono formate da tre atomi di ossigeno. L’ozono a causa della sua alta instabilita’ tende a scindersi rilasciando puro ossigeno (O2) ed una singola molecola di ossigeno con carica negativa. Questo atomo di ossigeno e’ un agente altamente ossidante e reagisce con batteri, funghi, spore e molecole associate senza rilasciare residui.

L’ozono puo’ anche essere generato meccanicamente attraverso l’esposizione di ossigeno ad una elevata scarica elettrica (effetto corona), il quale e’ il processo attraverso il quale avviene la produzione dell’ozono.

Da piu’ di un secolo l’ozono e’ stato usato in Europa e negli Stati Uniti per purificare l’acqua potabile, sanificare ambienti ed in diverse applicazioni legate al mondo alimentare.

L’ozono viene prodotto in sito in quanto molecola altamente instabile e dalla decomposizione molto rapida, in questo modo si evitano I rischi legati alla sicurezza durante il trasporto e lo stoccaggio.

 

Generazione di Ozono

L’ozono si forma da molecole di ossigeno (O2) in prossimità di scariche elettriche, scintille, fulmini, secondo la reazione:

3O2 → 2O3

 

La metodologia piu’ comune per la generazione di ozono e’ mediante generatori ad effetto corona, che risultano i piu’ affidabili e quelli in grado di generare concentrazioni elevate.

Reazione chimica della formazione dell’ozono:

 

 

 

Attivita’ dell’Ozono:

L’Ozono sviluppa un processo di ossidazione su qualunque sostanza tipo batterio, fungo, virus, e qualunque sostanza organica con il quale viene in contatto. Durante l’attivita’ di ossidazione l’Ozono libera la molecola di ossigeno generando il processo vero e proprio.